Aprire una crepa nel muro della segreteria nel telemarketing

Come si supera la barriera della segreteria per parlare con chi decide? Quali errori evitare e come preparare una campagna di telemarketing efficace?

Riprendiamo la telefonata tipo di Francesco Crispi* per ottenere un appuntamento commerciale simulando uno script tipo di telemarketing



“Buongiorno, sono Francesco Crispi* della Ass srl*, vorrei parlare con il titolare…”

Segreteria: “Per cosa?”
“Per presentare i nostri ultimi prodotti e proporre un incontro...”
“Bene, ci mandi un’email a questo indirizzo…”
Il muro è alzato

Abbiamo già individuato due errori nell’impostazione di questa chiamata:
Si chiede genericamente del titolare di cui si ignorano evidentemente nome e cognome: grave errore.
L’oggetto della chiamata: generico e inconcludente, la risposta non potrà che essere “ci mandi un’email”

Come aprire una crepa nel muro della segreteria quando si fa telemarketing

Il terzo errore, dunque.

Fate attenzione alla presentazione.

Concordate insieme all’azienda committente la qualifica che potete usare per presentarvi.
Anche qui, dire semplicemente “Buongiorno, sono Francesco Crispi* della Ass srl* non va bene.
Individuate la qualifica più appropriata per aumentare la vostra capacità di ottenere ascolto e fiducia.

Quando avrete ben chiari i primi due punti, il terzo verrà da sé.

Il muro è sfondato?
No, non ancora, questi tre aspetti vanno curati in modo maniacale, sono indispensabili ma non sufficienti per sfondare il muro.
Ma una crepa è possibile aprirla

*Nomi di fantasia

#Explico #Telemarketing